jump to navigation

A Brief Guide to World Domination ottobre 5, 2013

Posted by brzo in Change!.
Tags: , ,
add a comment

2aac59b82018eb5190b70b70e9e4204e2567240d_m

Mi sono imbattuto di recente in Chris Guillebeau, autore di un interessante blog che trovate qui, ma soprattutto della “Breve Guida per Dominare il Mondo“, liberamente scaricabile da qui.

Fateci un giro, nella dimora web di questo trent’enne dall’aria serafica e con la passione dei viaggi, e può darsi vi stupisca scoprire che non è il solito perditempo con la passione per le foto esotiche.
E nemmeno un aspirante Evil Genius..
Ha scritto un’apologia dell’anticonformismo, il manifesto di cui sopra, contenente forse qualche ingenuità ma coinvolgente ed ironico quanto basta ad accaparrarsi la mia simpatia.
Ha visitato un’ottantina di paesi, passato anni a lavorare con le ONG in Africa, e cominciato a guadagnarsi seguito sufficiente con il suo blog da mantenersi scrivendo.
Ora sta pubblicando in diversi paesi con ottimi risultati di vendite, il che per uno sbarbatello privo di titoli e titoletti accademici non è male.

La sua filosofia parte da un presupposto semplice semplice: non è necessario vivere la propria vita come gli altri si aspettano che la viviamo.
Gatekeepers in primis.
Se si desidera qualcosa con sufficiente intensità, con passione, e si è disposti a fare qualche cambiamento nella propria vita per farla accadere, si può osare anche l’impossibile.
Lasciandosi alle spalle preconcetti, aspettative, e la zona di conforto che ci trattiene dal cercare la grandezza.
Concentrando buona parte del tempo su quanto ci appassiona, cercando nel frattempo di fare la differenza nella vita degli altri.

Se l’idea di un’esistenza tranquilla e mediocre suona come una lenta morte per asfissia, sostiene il buon Chris, ci sono due domande fondamentali da porsi:
#1 Cosa desidero davvero?
#2 Cosa posso offrire al mondo che nessun altro potrebbe?

Già alla prima domanda fatico a dare una risposta, riguardo alla seconda brancolo nel buio più totale.
Eppure l’idea di un significato più profondo dell’arrivare al weekend successivo mi tenta..

Se butto su un pezzo di carta di formaggio la bozza di quella che sarebbe la mia giornata ideale, perfetta, a cominciare da quando alzarsi e cosa sbranare per colazione, e via così per ciascuna ora del giorno, includendo la compagnia che vorrei accanto, sarà poi così difficile fare qualche aggiustamento nella mia agenda in modo da avvicinarmi il più possibile a quel programma?
Nel dubbio ci provo, ed anche se non dovesse funzionare l’esercizio sarà comunque riuscito a farmi imparare qualcosa su me stesso.

Solo che di fronte alla citazione di Martin Luther King:
“Una persona non comincia a vivere finchè non si erge sopra gli angusti confini del suo individualistico interesse, e non abbraccia il più ampio interesse dell’umanità”
resto imbarazzato e pensieroso a rosicchiare la penna.

Devo confessare di vedere spesso le due cose in contrapposizione, i miei interessi o quelli del prossimo, spinto forse dalla competitività e da un imprinting sociale non privo di pessimi esempi.
Ma quello che di questo pamphlet mi piace è la convinzione di Chris nel ripetere alla gente, ed a me che avevo bisogno di sentirlo ancora una volta, che si può fare qualcosa di buono per gli altri mentre si cerca di raggiungere la propria personalissima felicità.

Sul come pochissimi lumi, ma forse è già abbastanza che qualcuno trovi ancora la voglia e le parole per indicare la direzione, al cammino occorre pensarci da soli.

Annunci